Ultimo numero

Economia e società regionale XXXIV (2) 2016 - quadrimestrale di IRES VENETO
Innovazione territoriale e agricoltura urbana

rivista ires 1 2017In questo primo numero del 2017, con la generosa riflessione di ENZO RULLANI, la redazione porge un saluto a GIACOMO BECATTINI, i cui studi sulle dinamiche socio-economiche dei territori, sui cambiamenti del lavoro e della vita delle persone al lavoro rappresentano da sempre un punto di riferimento per economia e società regionale.

Il tema monografico, a cura di PATRIZIA MESSINA E GIANCARLO CORÒ, è incentrato sui temi istituzionali dello sviluppo, a partire da un rinnovato interesse sulla rilevanza della regolazione politica nella spiegazione dei differenziali di crescita fra Paesi e regioni. L'obiettivo dei curatori è duplice. Da un alto, evidenziare la rilevanza di un adeguato processo di riforma delle istituzioni locali come fattore di sviluppo, mostrando come i Paesi che in Europa hanno proceduto in modo più tempestivo alla razionalizzazione della struttura amministrativa sul territorio, sono anche quelli che hanno mostrato più alti tassi di crescita e una maggiore competitività nel lungo periodo. Il tema è affrontato nel contributo di PATRIZIA MESSINA e in quello di PAOLO GURISATTI con riguardo al governo dell'"area vasta" del Veneto Centrale, che sconta gli effetti prodotti da un modo spontaneo di regolazione che ha favorito il localismo e la frammentazione amministrativa. Dall'altro lato, si è inteso spostare l'attenzione su alcune strategie di policy. In particolare per le aree periferiche, nel contributo di MARCO BASSETTO sulla Strategia Nazionale per le Aree Interne, e per i piccoli comuni, come quello molisano di Castel del Giudice, nel contributo di ANGELO BELLIGGIANO, MARIA CALABRESE E CORRADO IEVOLI. Esempi di progettualità che, grazie a una classe dirigente in grado di attivare processi virtuosi, perseguono una visione strategica di sviluppo del territorio. Sia per il governo delle "aree vaste" sia per le aree periferiche diventa importante cogliere un cambiamento nello stile di governance. Come illustra il contributo di GIULIO MATTIAZZI, VITO GARRAMONE, LUCIA LANCERIN E FRANCESCO MUSCO, il ricorso crescente a pratiche partecipative nel processo decisionale che ricombinano in modo nuovo Stato, Mercato e Comunità, grazie ad azioni di partecipazione pubblica che, se adeguatamente coordinate, possono incidere in modo innovativo sui modi di regolazione dello sviluppo di un territorio.

Giacomo Becattini: un altro modo di pensare l'economia, di ENZO RULLANI

Tema monografico

Patrizia Messina e Giancarlo Corò: Introduzione al tema - Patrizia Messina: Patrizia Messina e Giancarlo Corò: Introduzione al tema - Patrizia Messina: Riforme istituzionali e governo dell'"area vasta" come strategia di sviluppo del territorio - Paolo Gurisatti: Autonomia "metropolitana" del Veneto. Sviluppo e governance di un territorio complesso - Marco Bassetto: Le Aree interne della montagna veneta: percorsi di sviluppo integrati tra associazionismo intercomunale e partecipazione della società civile- Angelo Belliggiano, Maria Calabrese e Corrado Ievoli: Piccole comunità, grandi progetti: esperienze di sviluppo rurale (neo-endogeno) a Castel del Giudice (IS) - Giulio Mattiazzi, Vito Garramone, Lucia Lancerin e Francesco Musco: Partecipazione pubblica in Veneto: verso una tecnologia dei processi

Saggi e ricerche

Rubina Romanello: Alla ricerca dell'internazionalizzazione precoce e rapida fra le Pmi italiane: uno studio esplorativo

Dario Stevanato: Tassazione progressiva, equità del prelievo e flat tax

Idee in discussione

L'evoluzione della retribuzione dei dirigenti pubblici - Nota di Filippo Spagnoli

Oltre la frammentazione amministrativa: le riforme dei governi locali in tre Paesi Europei - Recensione di Patrizia Messina